Batterie Più performanti: ecco la nuova sfida tra Apple, Google e Samsung!

Batterie Più performanti: ecco la nuova sfida tra Apple, Google e Samsung! Hot

06 Febbraio, 2014  
2180   0   0   0   0   0
Commenti (0)

L'evoluzione tecnologica che ha interessato il mondo di smartphone e tablet degli ultimi anni non ha precedenti. Processori ultraveloci e display sempre più performanti hanno reso i nostri device dei veri e propri "gioielli" di tecnologia che sempre più interagiscono nella nostro quotidiano: chat, social network, applicazioni che fino a qualche anno fa avrebbero sofferto anche sui pc più performanti sono ormai diffuse su tutti i device. Ma c'è ancora un problema che rende il mondo del mobile ancora limitato: l'autonomia!

Anche il migliore degli smartphone, seppur dotato potenti batterie, non riesce ad arrivare carico a fine giornata e anche i nuovi Phablet, dotati di batterie ancora più potenti (ma con display superiori alla media) soffrono tale limite.

Ecco quindi che si delinea una nuova sfida per i grandi produttori come Apple, Samsung, e Google:  L’idea per alcuni è quella di creare ‘smart batteries‘ capaci di ricaricarsi e fornire energia al sistema traendone a sua volta da atri device (wireless) come TV, altri dispositivi o agenti esterni: ingegneri della Apple pare che ad esempio siano a lavoro su un prototipo di ricarica solare per iPhone e iPod. Si tratta però ancora solo di idee. Tony Fadell, vice presidente Apple, ha infatti dichiarato che "Sperare e scommentere in nuove tecnologie per le batterie per me è prendersi in giro. Non attendetevi che la tecnologia per le batterie stia arrivando, perchè è incredibilmente lenta nello sviluppo."

Anche Google sta lavorando su nuove tecnologie per migliorare l’efficienza delle batterie, anche se non è chiara quale sia la strada intrapresa oltre alla ricarica wireless, già vista sugli ultimi Nexus. Nel corso della scorsa earning call sui risultati finanziari dell’anno lo stesso Larry Page ha ammesso che l’autonomia è la “prima cosa da reinventare”. Samsung pare invece avere le idee più chiare dopo aver presentato le sue prime batterie curve, ma il progetto più interessante è quello delle Dream Battery: elettroliti solidi al posto dei liquidi o polimeri sfruttati invece nelle classiche batterie agli ioni di litio, eliminandone così anche il fattore ‘rischio esplosione’.

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Perchè non lo fai per primo?
Hai gia un account?
Commenti